Spalletti si scaglia contro Icardi: “Umilianti le trattative per farlo giocare; e non fa la differenza”

spalletti

Dopo la sconfitta interna contro la Lazio che mette nuovamente a rischio la qualificazione Champions per l’Inter, Luciano Spalletti sbotta in modo anche clamoroso davanti ai microfoni di Sky quando gli viene chiesto di Mauro Icardi.

L’attaccante argentino, lo ricordiamo, non era stato convocato nonostante il suo rientro in gruppo avvenuto ormai da qualche giorno. Spalletti ha chiarito: “Ci sono delle regole in uno spogliatoio e ho già detto ieri che per questa partita Mauro sarebbe rimasto fuori, tornerà dalla prossima. E’ umiliante dover trattare con gli avvocati per far vestire la maglia di questo glorioso club ad un calciatore. Ci vuole credibilità all’interno di un gruppo e per me parlano 22 anni da allenatore e i pareri dei miei ex giocatori. Domani tornerò nello spogliatoio tranquillo perché ho preso le decisioni giuste”.

A chi gli ricorda che con Icardi in campo la partita avrebbe potuto prendere una piega diversa, Spalletti si scalda: “Mauro è qui da tanti anni, quante volte l’Inter è andata in Champions League? Non è decisivo, la differenza la fanno solo Messi e Ronaldo. Una squadra è forte solo con disciplina e professionalità”.