Acque ancora agitate in casa Roma a poco più di una settimana dall’addio di Di Francesco e del d.s. Monchi. Lo spagnolo ha subito ufficializzato il ritorno al Siviglia non mancando di lanciare qualche frecciata al presidente Pallotta: “Il mio addio è dovuto a contrasti con lui”.

La risposta di Pallotta non si è fatta attendere ed è arrivata tramite i microfoni di “Rete Sport”: “Sono sorpreso dalle parole di Monchi. Ha detto che volevamo prendere due strade diverse? Io posso dire che mi fa piacere che lui desiderava fortemente di non fallire a Roma ma va fatta chiarezza su diversi aspetti: la direzione che il club intendeva prendere era chiara dall’inizio e per questo abbiamo speso tanti soldi per prendere Monchi. Volevo tutto di primo livello: allenatori, organizzazione societaria, staff, dirigenti, strutture. Gli ho consegnato le chiavi ma, guardando i risultati, è chiaro che ha fallito. Non aveva un piano B e ora rischiamo di uscire dalle prime tre in campionato per la prima volta dal 2014…”.