Prima il clamoroso flop al Mondiale in Russia, con l’eliminazione nella fase a gironi nel gruppo con Svezia, Messico e Corea del Sud; poi la retrocessione nella seconda divisione di Nations League, con una storica scoppola rimediata dall’Olanda. La Germania campione del Mondo del 2014 è un lontano ricordo ma al comando resiste Joachin Loew.

Il c.t. è nel pieno del momento più difficile da quanto guida la selezione tedesca, ma la federazione lo ha confermato almeno fino agli Europei del 2020. Loew non è stato a guardare e per ripartire con un nuovo ciclo ha deciso di dare un taglio netto col passato: per le prossime sfide di qualificazioni a Euro 2020, nella lista dei convocati non ci saranno tre “totem” come Boateng, Muller e Hummels. Loew è volato a Monaco di Baviera per comunicare la scelta di persona ai tre calciatori del Bayern.

Boateng ha commentato così su Twitter: “Per me è stato sempre un orgoglio vestire la maglia della Nazionale, l’estate del 2014 sarà indimenticabile per me. Eppure meritavamo un altro addio. Buona fortuna!”.