Non è ancora fatta, ma le basi sono state poste: Jose Mourinho tornerà ad essere l’allenatore del Real Madrid a partire da lunedì prossimo. A Solari verrà dato il benservito dopo la partita di Liga che i campioni d’Europa, ancora per qualche mese, affronteranno questo fine settimana a Valladolid.

Florentino Perez ha deciso per il cambio immediato di allenatore subito dopo la figuraccia di martedì sera con l’Ajax: nel post-partita c’è poi stato anche un forte litigio con Sergio Ramos, episodio che potrebbe portare anche al clamoroso divorzio a fine stagione.

Le ipotesi per l’immediato erano molte, a partire dai traghettatori Raul e Xabi Alonso. Alla fine sono rimasti Zidane e Mourinho, ma Zizou avrebbe voluto aspettare il termine della stagione per valutare un eventuale clamoroso ritorno al Bernabeu. Così ritorno ci sarà, ma di Mourinho: il suo procuratore, Mendes, è già nella capitale spagnola per trattare. L’accordo probabilmente sarà di due anni e mezzo sulla base di 15 milioni di euro a stagione.