29 gennaio, Newcastle-Manchester City 2-1: da allora, l’undici di Guardiola ha infilato solo vittorie in campionato, dieci per la precisione. Una striscia clamorosa che, però, non è servita a scrollarsi di dosso il Liverpool di Klopp, anzi. Il City è due punti dietro ma con una partita in meno, insomma con una Premier tutta da conquistare.

Momento diametralmente opposto per il Manchester United: l’effetto Solskjaer è probabilmente finito con la clamorosa vittoria di Parigi che ha significato qualificazione ai quarti di Champions. Da allora sei sconfitte in otto partite ufficiali, l’ultima clamorosa in casa dell’Everton, un 4-0 da molti definito vergognoso. Eppure i red devils non sono lontani dal quarto posto, obiettivo minimo stagionale.

Insomma, il pronostico del derby sembra chiuso e le quote lo confermano: l’1 dello United è addirittura dato a 7.50 da Bet365, qualcosa di mai visto prima, il pareggio a 5, il segno 2 a 1.44. Tutto scritto? Forse. Eppure il calcio non è scienza esatta e non sarebbe davvero una grossissima sorpresa vedere il City abdicare proprio all’Old Trafford. L’1X a 2.80 è una quota ghiotta, X/1 primo tempo finale a 17. E se poi pensate ad una notte leggendaria, c’è il parziale primo tempo/finale 2/1 a 51 da far tremare i polsi!