Meteo, in arrivo aria gelida dalla Russia, crollo delle temperature e precipitazioni

Le previsioni di oggi, mercoledì 18 settembre ci indicano che finalmente il caldo ha le ore contate ed è in arrivo un deciso peggioramento delle condizioni meteorologiche con temporali, vento freddo, locali grandinate ed un brusco calo delle temperature. Il tutto per l’arrivo di una perturbazione che investirà il nostro paese, dapprima il nord e poi anche il centro ed infine il sud nel corso di tutta la settimana. In arrivo rovesci e temporali che saranno di forte intensità localmente e saranno accompagnati da un’aria fredda proveniente dall’Europa Nord-orientale che determinerà il primo vero e proprio crollo termico che tra mercoledì e giovedì farà crollare le temperature anche di 7-10 gradi.

Previsioni meteo oggi mercoledì 18 settembre

Stando a quanto riferito dagli esperti e secondo le previsioni meteo di oggi, mercoledì 18 settembre assisteremo ad un costante peggioramento di tutta la situazione meteorologica per via di un cambio di fronte su tutto il Nord dove arriveranno nel corso del pomeriggio piogge, temporali e anche locali grandinate. Nel dettaglio, sono in arrivo dei fenomeni temporaleschi che interesseranno dapprima le regioni orientali come Veneto, Lombardia e Romagna, poi via via anche il resto del Nord che sarà interessato ancora da un primo calo termico per via dei venti freddi di Bora. In queste ore e nel pomeriggio poi il maltempo coinvolgerà anche il Centro ed interesserà diverse regioni come le Marche, l’Umbria, la Toscana e il Lazio. Il tempo invece sarà soleggiato al sud e nelle Isole Maggiori dove le temperature rimarranno su valori miti.

Previsioni meteo per giovedì 19 settembre

Gli esperti riferiscono che il vero peggioramento, con temporali più diffusi e freddo, si avrà giovedì e dunque domani quando la perturbazione colpirà le regioni adriatiche e si spingerà poi ancora verso il Sud che sarà anch’esso interessato da un crollo termico. Si registreranno intensi nubifragi con Marche, Umbria, Abruzzo, Molise e Lazio, in estensione a Puglia, Basilicata e Campania.

Previsioni per l’autunno-inverno 2019/2020

Quest’anno l’inverno potrebbe sorprendere parecchio. Già prima di Natale potrebbero arrivare neve e freddo e si potranno registrare temperature gelide per lunghe fasi. L’inverno quindi arriverà prima del previsto, un pò come accadeva in passato. Questo per l’alta pressione delle Azzorre, ovvero oceanica che tenderà ad emigrare verso Nord, per poi piegare verso est. L’anticiclone potrebbe raggiungere dapprima la Spagna, poi la Francia e la Gran Bretagna e dirigersi poi verso la penisola scandinava. Per tutti gli amanti dell’inverno e del freddo, quindi, sono in arrivo delle ottime notizie.