Il 3-4-1-2 è il vero bombòn! Da Juan Jesus a Schick, la Roma incanta

0
Roma. 13/3/2018. Ottavi di finale Champions League 2017/2018. Roma-Shakhtar Donetsk.

Gli eroi che non ti aspetti in una serata che tutti sognavano senza parlarne, nemmeno bisbigliando. I giocatori della Roma hanno sfoderato una prestazione incredibile, complice sicuramente la posta in palio ma anche il cambio modulo che ha giovato a diversi elementi.

Nel reparto difensivo non ci sono state sbavature, oltre l’eroe di giornata Kostas Manolas – che oltre al gol è stato autore di due salvataggi provvidenziali sullo scadere del match – bisogna sottolineare una prestazione incredibile di Juan Jesus. Il centrale brasiliano troppo spesso è finito nell’occhio del ciclone, ieri però ha letteralmente divorato Suarez e Messi senza conceder loro nulla, nemmeno le briciole. Una partita da 10 e lode apprezzata ovviamente anche dai tifosi che hanno individuato un carisma e una tempra esplosiva in grado di annichilire uno dei reparti offensivi più prolifici del calcio contemporaneo.

Il cambio modulo ha rinvigorito anche Kevin Strootman che con dinamismo e fisicità, dopo una prima parte di gara per lui problematica, ha preso le misure fagocitando Iniesta e Rakitic, pressati costantemente anche grazie a Daniele De Rossi e Radja Nainggolan che hanno dominato il reparto annullando l’impostazione blaugrana. Sugli esterni meglio anche Kolarov e Florenzi preziosi tanto in fase difensiva quanto offensiva. Anche il loro pressing è stato fondamentale per conquistare la metà campo degli uomini di Valverde.

E’ in attacco che la squadra giallorossa sembra aver ricevuto nuova linfa vitale a tutti gli effetti. In particolare ha stupito la prestazione di Patrik Schick in grado di pressare e rendersi protagonista di giocate importanti che in più occasioni hanno impensierito Iniesta, Ter-stegen e Umtiti. Per stessa ammissione di Edin Dzeko, il cambio modulo è stato perfetto per avere più compagni di reparto intorno e dunque una maggior quantità di soluzioni offensive.

Il 3-4-1-2 è una soluzione tattica particolarmente gradita al gruppo e potrebbe essere un nuovo punto di partenza per continuare a crescere e testare la qualità e le caratteristiche di una rosa sempre più a proprio agio nei big match e nelle partite di cartello.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here