Testa al campionato, sognando l’Europa

0
Roma. 13/3/2018. Ottavi di finale Champions League 2017/2018. Roma-Shakhtar Donetsk.

Barcellona? No grazie, ci sono Crotone e Bologna. Due trasferte impegnative in cui la Roma dovrà ottenere il bottino pieno. 6 punti per consolidare il terzo posto ed eliminare due trasferte dal calendario.

Tra sorteggi maligni e aspettative in campionato: obiettivo Crotone

Sorteggio maligno, ma inevitabile. A questo punto del percorso di Champions League non ci sono squadre più deboli della Roma. Dite il Sevilla? Lo storico recente cita tutti i trofei di Monchi in terra andalusa, roba che in campo nazionale e internazionale la Roma si è allegramente sognata. Certamente più abordabile, ma i ragazzi ci proveranno e ce la metteranno tutta. A tempo dovuto. Già, perché oggi c’è il Crotone. Una squadra insidiosa che lotta con le unghie e con i denti per ottenere una nuova salvezza. Walter Zenga è l’allenatore dei brutti scherzi, chiedere all’Inter che lotta per un posto in Champions League con la Roma. All’andata la risolse un rigore di Perotti, a testimonianza delle difficoltà che i giallorossi hanno incontrato nell’arco dei 90 minuti contro i calabresi.

Altra trasferta ardua, tra psicologia e facili distrazioni 

Poi sarà la volta del Bologna – dopo sosta nazionale – trasferta indigesta per molti e anche per la Roma, che nelle ultime stagioni ha sempre faticato contro i rossoblù. La squadra di Donadoni sembra avviarsi verso una tranquilla salvezza, forte del vantaggio di 9 punti dalla zona retrocessione. Salvo tracolli e grandi cavalcate dalle parti basse della classifica, non dovrebbero esserci troppi problemi per loro. Qui la Roma non dovrà pensare alla sfida con il Barcellona e conquistare 3 punti necessari per consolidare la propria posizione in campionato. Una partita, quella col Bologna, che proprio in virtù degli incontri in Champions League con il Barça, sommato al derby alle porte, sancirà una decina di giorni psicologicamente provanti per tutti, che metterà alla prova la tenuta mentale della squadra nella fase finale e decisiva della stagione.

Tra sogno e realtà

L’obiettivo dei Quarti di Finale è stato raggiunto, adesso in Champions League si sogna l’impresa impossibile, qualcosa di epico da regalare ai tifosi. Ma per continuare a sognare anche nella prossima stagione l’obiettivo è il pass per la prossima edizione della massima competizione continentale. Un obiettivo chiaro, evidente, necessario e che non può passare in secondo piano. In campionato bisogna conquistare quanti più punti possibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here