La Serie A è il campionato più bello d’Europa

0

Siamo fuori dai Mondiali di Russia 2018 eppure la realtà pallonara italiana non è tutta da buttare. Perché? Ma avete dato un’occhiata agli altri grandi campionati europei? Se il calcio nostrano non è il più ricco, e su questo non ci sono dubbi, nella stagione 2017/18 è senza ombra di dubbio il più avvincente tra i quattro (cinque, se proprio vogliamo contare anche la Ligue 1 francese) maggiori campionati europei: Liga spagnola, Premier League e Bundesliga tedesca.

Parlano le classifiche

SPAGNA – Se qualcuno avesse avuto ancora dei dubbi, il Barcellona li ha mitigati uno ad uno nel Clasico al Bernabeu dell’ultima giornata, dove gli uomini di Valverde hanno dominato un Real Madrid sottotono con un netto 3-0. Neanche a dirlo, protagonista della serata, Leo Messi. Della serata ma non solo, infatti la pulce argentina sta portando i suoi verso numeri stratosferici, con i blaugrana primi in classifica dopo 17 giornate con la bellezza di 45 punti conquistati. L’Atletico Madrid, secondo, a 36 punti e la lotta per il terzo posto tra Valencia e Real Madrid, con i blancos a 3 lunghezze dalla squadra dell’attaccante italiano Zaza ma anche con una partita in meno. Insomma, non ce ne voglia nessuno ma a meno che Messi e compagni non decidano di giocare bendati dalla prossima giornata fino alla fine del campionato, sembra inverosimile che riescano a perdere il titolo.

INGHILTERRA“Eh, la Premier, che ritmi, che bellezza, l’ultima in classifica che batte la prima”. Sìsì, tutto vero, fatto sta che anche qui senza neanche dover aspettare l’inizio del nuovo anno, già sappiamo il vincitore della stagione 2017/18, il Manchester City di Pep Guardiola, con ben 58 punti in 20 giornate: 19 vinte ed un pareggio. Sì, avete capito bene. La seconda in classifica? Ad ora lo United di José Mourinho con 43 punti, “appena” 15 in meno. Insomma, anche qui il campionato è già finito in chiave titolo. Si apra la battaglia per i piazzamenti in Champions League ed Europa League.

GERMANIA – La partenza sottotono, i battibecchi di Muller e Ribery con Carlo Ancelotti e l’esonero di quest’ultimo. Poi l’arrivo in panchina di Jupp Heynckes. Non è bastato neanche questo per mettere un po’ di pepe in più alla Bundesliga. Dopo 17 giornate il club di Monaco di Baviera conduce in campionato con 41 punti. Schalke 04 e Borussia Dortmund si danno battaglia al secondo posto, con 30 punti la prima e 28 la seconda, in buona compagnia assieme a Bayer Leverkusen, Red Bull Lipsia e Borussia Monchengladbach. Insomma, solita solfa, campionato già terminato. Anche qui lotta per i piazzamenti europei che probabilmente si deciderà nelle ultime giornate.

FRANCIADobbiamo davvero parlare della Ligue 1? Ma sì dai. Nella scorsa stagione un po’ a sorpresa il Monaco è riuscito a conquistare il titolo ma con gli acquisti di Neymar, Mbappé e compagnia, è stato chiaro già prima dell’inizio del torneo che per il 2018 la corsa al titolo sarebbe stata a senso unico. Basti pensare a giocatori del calibro di Lucas Moura, Draxler, Pastore e Di Maria, spesso panchinari di lusso in un campionato di fatto inesistente, che sarebbero titolari quasi ovunque, e non solo in Francia. 19 le giornate giocate, con il PSG a 50 punti e Monaco e Lione a 41, seguite a 38 dal Marsiglia dell’ex tecnico della Roma Rudi Garcia. Ci si riaggiorna a giugno sotto la Torre Eiffel per i festeggiamenti del titolo.

ITALIA – La nostra cara Serie A, per un po’ di anni passata in secondo piano eppure zitta zitta guarda che stagione sta tirando fuori: 18 giornate, Napoli primo a 45 punti, Juve seconda a 44, Inter terza a 40 e Roma quarta a 38 ma con un partita in meno. E poi sì, mettiamoci anche lei, la Lazio, quinta a 36 punti ma anch’essa con un match in meno rispetto alle altre, proprio come i giallorossi. Se riusciranno a darsi battaglia fino alla fine non è dato sapere ma ad oggi non c’è dubbio, la Serie A è il campionato più bello d’Europa!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here